Clematis

Il fiore di Bach Clematis è uno dei 12 guaritori. Edward Bach lo ha ottenuto dal fiore della Vitalba. Viene consigliato come rimedio floriterapico a coloro che soffrono di disturbi d’ansia e non riescono a dormire. Fu la terza pianta scoperta da Edward Bach, è prezioso per chi ha sempre la testa fra le nuvole, che sogna ad occhi aperti non riuscendo a vivere pienamente il presente, ma guardando sempre al futuro con occhi sognanti.

In pratica Clematis aiuta a concentrarsi di più sul presente, ad essere concreti. Non annulla la propensione al sogno, in quanto l’animo di una personalità Clematis è profondamente creativa ed è una qualità preziosa e non molto comune. Semplicemente va ad equilibrare. Quando la persona non è in sintonia, cerca di evadere dai problemi, chiude gli occhi davanti all’evidenza e si da alla fuga. Non riesce a concentrarsi.

A chi è rivolto Clematis

Alla persona dall’animo gentile e molto tranquilla, che guarda al futuro perché non riesce a sentirsi appagato nel presente. Spesso sono persone insoddisfatte di quello che hanno, che non riescono a godere delle piccole cose che la vita riserva loro. Sono persone molto introspettive, che si perdono nei pensieri. Tendono a pensare spesso alle persone scomparse, quelle che  hanno perduto. Vivono quindi con il cuore al passato e gli occhi al futuro, dimenticando completamente il QUI e ORA. Il fiore di Bach Clemetis è rivolto alla persona indifferente, che non prova interesse per ciò che ha intorno.

Leggi anche: schede dei 38 fiori di Bach

Stati d’animo prima dell’assunzione di questo fiore

Lo stato d’animo iniziale è quello del sognatore cronico, che non si concentra e si distrae facilmente dai propri doveri. Spesso non riesce ad apprendere bene le cose perché non si concentra, tende ad avere spesso piccoli incidenti. Può soffrire di apatia e sonnolenza.

Quando si sveglia la mattina è di cattivo umore, non è felice della nuova giornata che deve affrontare. Non trova valore nelle cose, fugge alla realtà e si immerge in un futuro che non è reale e soprattutto che non può esistere se non si mette d’impegno per realizzarlo.

Può essere spesso vittima di svenimenti, perdita della memoria. Anche durante le malattie non fanno molto per rimettersi in salute, arrivano piuttosto a desiderare la morte prima di impegnarsi per star meglio. Non è entusiasta, è indifferenze. Viene usati anche per chi è cerca d’ispirazione, così da sfruttare meglio la vena creativa.

Benefici di Clematis

I benefici di questo fiore di Bach sono piuttosto veloci. Già nel giro di qualche giorno la persona inizia a tornare nel presente, a prendere interesse per ciò che si può costruire nel qui e ora. Aiuta a migliorare la concentrazione, a gestire i presenti e realizzarsi nella vita, cosa che ovviamente porta gioia di vivere.

Subito chi sta vicino alla persona percepisce una maggior attenzione alla conversazione, a ciò che lo circonda. Diventa più allegro e forte. Sviluppa meglio la vena creativa, diventa non solo una persona che vive appieno, ma che si gode anche la realtà grazie alla sua nuova qualità di osservatore attento!