I fiori di Bach possono sostituire le medicine?

I fiori di Bach non sostituiscono le terapie ufficiali. Se stai portando avanti una cura oppure il tuo medico ti ha appena prescritto una terapia, non devi assolutamente interromperla pensando di curarti con i fiori di Bach. Questo vale per tutte le medicine complementari.

Con il termine “complementare” infatti, si indica una medicina che non può sostituire quella ufficiale, ma solo accompagnarla per velocizzare il processo di guarigione, donare benessere, supportare a livello psicologico e fisico il cambiamento.

Qualcuno forse ti dirà che è possibile ma, per quella che è la mia esperienza con i fiori, ti dico che un comportamento simile è sbagliato.

Basta che ti soffermi a leggere le varie schede dei Fiori di Bach per renderti conto che il loro scopo non è assolutamente quello di eliminare un sintomo fisico o una malattia specifica. Servono a riequilibrare a livello emozionale e mentale, ti aiutano a trovare il tuo centro del benessere. Quindi, i fiori di Bach possono essere usati insieme ai medicinali ma non in sostituzione ad essi. Ci tengo particolarmente a chiarire questa cosa. Pertanto ricordati che:

I fiori di Bach non sostituiscono i farmaci

Non interrompere le cure mediche pensando di affidarti solo a questo rimedio naturale. Piuttosto mentre prendi le medicine, valuta quale fiore potrebbe fare a caso tuo e inizia a prenderlo. Ti consiglio a livello informativo di leggere le varie schede presenti qui sul sito, a livello pratico di chiedere a un erborista oppure a un esperto di Fiori di Bach.

Il bello dei fiori di Bach è che, non contenendo principi attivi delle piante utilizzate, non interagiscono con i farmaci che prendi. Se hai qualche dubbio per quanto riguarda l’alcol contenuto, chiedi al tuo dottore se la poca quantità di brandy presente nel rimedio floriterapico può in qualche modo darti fastidio.

Leave a Reply